Seguici:

OGGETTO: AVVISO DI CONDIZIONI METEOROLOGICHE AVVERSE DEL DIPARTIMENTO DELLA PROTEZIONE CIVILE E DEL CENTRO FUNZIONALE DELLA REGIONE UMBRIA.

Il Dipartimento della Protezione Civile, sulla base delle previsioni disponibili, ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse N. 15132 PROT. DPC/RIA/57796 DEL 21 NOVEMBRE 2015.

Per quanto esposto nell’avviso meteo n. 15132 PROT. DPC/RIA/57796 DEL 21 NOVEMBRE 2015:

… omissis ….

“dalla tarda serata di oggi, sabato 21 novembre 2015 e per le successive 12-24 ore si prevedono nevicate fino a 500-700 metri su Emilia Romagna e Umbria, fino a 700-900 metri su Abruzzo e Lazio orientale e a quote oltre i 1000 metri sul Molise, con apporti al suolo da deboli a moderati, fino a puntualmente abbondanti sull’Emilia Romagna.”

Il Centro funzionale del Servizio di Protezione Civile della Regione Umbria, sulla base delle previsioni disponibili, ha emesso un bollettino di criticità regionale del 30/11/2014

Bollettino di Criticità Regionale

Emissione: Sabato, 21 Novembre 2015 alle ore 12.46

 

EMESSO AVVISO METEO/CRITICITÀ
Inizio validità 
DALLE ORE 14 FINO ALLE ORE 24 DI OGGI Sabato, 21 Novembre 2015
Fine Validità 
GIORNATA DI DOMANI Domenica, 22 Novembre 2015

 

Per quanto esposto nel bollettino per la giornata di oggi Sabato, 21 Novembre 2015 dalle ore 14,00 alle ore 24,00 è prevista criticità ordinaria per rischio idrogeologico e vento sulle zone di allerta A, B, C, D, E ed F.

.                                                                                                                                                    

Per la giornata di domani Domenica, 22 Novembre 2015 è prevista criticità ordinaria per rischio idrogeologico e vento sulle zone di allerta A, B, C, D, E ed F e per rischio neve sulle zone di allerta A, C e D.

 

CRITICITÀ ORDINARIE: 
Rischio idrogeologico-idraulico
Possibili allagamenti localizzati ad opera del reticolo idraulico secondario e/o fenomeni di rigurgito del sistema di smaltimento delle acque piovane con coinvolgimento delle aree urbane più depresse. Possibilità di allagamenti e danni ai locali interrati, di provvisoria interruzione della viabilità, specie nelle zone più depresse, scorrimento superficiale nelle sedi stradali urbane ed extraurbane ed eventuale innesco di locali smottamenti superficiali dei versanti.
Rischio vento
Possibilità di blackout elettrici e telefonici, di caduta di alberi, cornicioni e tegole, di danneggiamenti alle strutture provvisorie. Possibili problemi alla circolazione stradale, ai collegamenti lacustri e alle attività lacustri.
Rischio temporali
Localizzati danni ad infrastrutture, edifici e attività antropiche interessati da frane, da colate rapide o dallo scorrimento superficiale delle acque. Localizzati allagamenti di locali interrati e talvolta di quelli posti a pian terreno prospicienti a vie potenzialmente interessate da deflussi idrici. Localizzate e temporanee interruzioni della viabilità in prossimità di piccoli impluvi, canali, zone depresse (sottopassi, tunnel, avvallamenti stradali, ecc.) e a valle di porzioni di versante interessate da fenomeni franosi. Localizzati danni alle coperture e alle strutture provvisorie con trasporto di tegole a causa di forti raffiche di vento o possibili trombe d’aria. Rottura di rami, caduta di alberi e abbattimento di pali, segnaletica e impalcature con conseguenti effetti sulla viabilità e sulle reti aeree di comunicazione e di distribuzione servizi. Danni alle colture agricole, alle copertura di edifici e agli automezzi a causa di grandinate. Localizzate interruzione dei servizi, innesco di incendi e lesioni da fulminazione. Occasionale ferimento di persone e perdite incidentali di vite umane.
Rischio neve
Possibili locali problemi alla circolazione stradale. Possibilità di isolate interruzioni della viabilità. Possibilità di danneggiamento delle strutture. Possibilità di isolati black-out elettrici e telefonici.

E’ utile ricordare alla popolazione di mantenere un comportamento di prudenza al fine di non trovarsi in situazioni di pericolo qualora le precipitazioni intense assumano carattere violento.

Si prega di porre attenzione ai successivi bollettini di vigilanza emessi sui seguenti siti internet:

Dipartimento della Protezione civile: http://www.protezionecivile.gov.it/

Regione Umbria: http://www.cfumbria.it/

La Sala Operativa comunale seguirà l’evolversi della situazione in stretto contatto con la Prefettura di Perugia e la Sala Operativa del Servizio Protezione civile della Regione Umbria.

Si invita tutta la popolazione a segnalare eventuali situazioni di criticità, telefonando ai nostri uffici:

075 9259722 / int. 7, 8 e 9

 

Scheggia e Pascelupo, 21/11/2014

 

                            F.to   Il Responsabile dell’Area tecnica

                                            Geom. Paolo Capannelli

              

Torna all'inizio del contenuto