Sei qui: Home

AVVISO PUBBLICO

PDF  Stampa  E-mail 

OGGETTO: LIMITAZIONI ALL’ UTILIZZO DI ACQUA POTABILE – DISPOSIZIONI PUNTUALI A RETTIFICA DELL’ ORDINANZA SINDACALE N. 25 DEL 24/06/2017

 

SI RENDE NOTO CHE CON ORDINANZA SINDACALE N. 35 DEL 01-08-2017 A RETTIFICA DELLE PRECEDENTE E’ STATO DISPOSTO QUANTO SEGUE:

 

IN VIA CAUTELATIVA, CON DECORRENZA IMMEDIATA E FINO A NUOVA DISPOSIZIONE, IL DIVIETO DI UTILIZZARE ACQUA POTABILE PER USI DIVERSI DA QUELLI IGIENICO-SANITARI,   DOMESTICI E ZOOTECNICI PRECISAMENTE:

 

E' VIETATO L'UTILIZZO DELL'ACQUA POTABILE PER il lavaggio di piazzali e vialetti, per il riempimento di piscine, per uso irriguo NONCHE' PER IL LAVAGGIO DI AUTOVEICOLI ED OGNI ALTRO USO DIVERSO DA QUELLO IGIENICO-SANITARIO, DOMESTICO E ZOOTECNICO.

 

Scheggia e Pascelupo, 01/08/2017

 IL SINDACO
F.to Fabio Vergari

 

locandina evento 20 luglio

PDF  Stampa  E-mail 

locandina scheggia

 

AVVISO ESITO DI GARA

PDF  Stampa  E-mail 

Procedura negoziata, senza previa pubblicazione di un bando di gara , ai sensi dell’art. 36, comma 2, lettera b) del D.Lgs. 50/2016 e s.m. e i. per l’ appalto dei lavori "POR FESR 2014-2020 Asse IV - Programma regionale per interventi di efficientamento energetico complementari al miglioramento sismico di edifici pubblici approvato dalla Regione Umbria con D.D. 2895 del 1/04/2016”. Riqualificazione energetica dell'edificio di proprietà comunale "EX SCUOLA DI COLDIPECCIO" distinto al catasto fabbricati al foglio n. 56 con la part. 701

 

AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA

In riferimento alla procedura negoziata, senza previa pubblicazione di un bando di gara, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lettera b) del D.Lgs. 50/2016 e s.m. e i. per l’ appalto dei lavori "POR FESR 2014-2020 Asse IV - Programma regionale per interventi di efficientamento energetico complementari al miglioramento sismico di edifici pubblici approvato dalla Regione Umbria con D.D. 2895 del 1/04/2016”. Riqualificazione energetica dell'edificio di proprietà comunale "EX SCUOLA DI COLDIPECCIO" distinto al catasto fabbricati al foglio n. 56 con la part. 701, si comunica che l’ appalto dei lavori di che trattasi, con determinazione del Responsabile dell’Ufficio Lavori pubblici n. 133 del 12/07/2017 R.G. n. 293, è stato aggiudicato in via provvisoria   Ditta EDIL GIANCAMILLI SRL – VIA ROMANA, 1 – 00041 ALBANO LAZIALE (RM) C.F. 05834490582 – P.I. 01453371005 ha offerto ilribasso percentuale pari al 18,780% sull’importo posto a base di gara.

           

     Ditte invitate n. 11

     Ditte partecipanti n. 2

     Ditte escluse n. 1 (Offerta tardiva pervenuta oltre il termine perentorio stabilito dalla lettera invito)

                                                                                      

                                                                                      

Scheggia e Pascelupo, 12/07/2017

                                                               IL RESPONSABILE DELL’AREA TECNICA

                                                                                   Geom. Paolo Capannelli

 

 

ordinanza limitazione consumo aqua potabile per il periodo estivo

PDF  Stampa  E-mail 

OGGETTO: Limitazione consumo acqua potabile per il periodo estivo.

 

IL SINDACO

Considerato che:

è pervenuta in data 15/06/2017, acquisita al protocollo comunale con il n. 3103, comunicazione da parte del Soggetto gestore della rete idrica comunale Umbra Acque S.p.A., con la quale vengono segnalati dati preoccupanti circa i livelli delle falde acquifere da cui originano i principali acquedotti a servizio del territorio gestiti dalla medesima società, tanto più se rapportati con il corrispondente periodo degli anni precedenti;

lo stato degli acquiferi è imputabile alla scarsità delle precipitazioni nei periodi in cui, invece, l’apporto delle precipitazioni sarebbe stato fondamentale per la ciclica ricarica delle falde in vista della stagione estiva;

oltre a questo, l’aumento inevitabile dei consumi che segue all’innalzarsi delle temperature, legato anche all’aumento delle presenze turistiche sul territorio, può rappresentare per i prossimi mesi una seria criticità e far temere l’emergenza idrica;

al fine di scongiurare, per quanto possibile, questa eventualità e per poter garantire un costante approvvigionamento idrico per uso igienico-sanitario e domestico alla popolazione, è necessario che anche gli utenti finali del servizio, tanto più nel periodo estivo contribuiscano a preservare la disponibilità di acqua, adottando buone pratiche e facendone un uso responsabile;

al fine di contenere il forte incremento dei consumi idrici, la stessa Società invita questo Comune a valutare l’opportunità di adottare apposita Ordinanza Sindacale volta a vietare l'utilizzo della risorsa idrica per scopi diversi da quello potabile, nonché a dare corso ad azioni che ne scoraggino l'uso improprio;

RITENUTO, pertanto, necessario regolamentare un più appropriato uso dell'acqua della rete idrica comunale al fine di evitare eventuali, gravi disservizi che comprometterebbero l'approvvigionamento idrico nel territorio comunale;

Richiamato l’art. 50, D.Lgs 18.08.2000, n. 267 e ss.mm.ii., che pone in capo al sindaco emanare provvedimenti contingibili ed urgenti, quale rappresentante della comunità locale;

VISTO l’art. 15 della legge del 24 febbraio 1992, n. 225;

VISTO l’art. 108, lettera c, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;

VISTO il decreto legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito con modificazioni dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;

VISTO lo Statuto Comunale vigente;

 

ORDINA

 

IN VIA CAUTELATIVA, CON DECORRENZA IMMEDIATA E FINO A NUOVA DISPOSIZIONE, IL DIVIETO DI UTILIZZARE ACQUA POTABILE PER USI DIVERSI DA QUELLI IGIENICO-SANITARI E DOMESTICI E PRECISAMENTE:

E' VIETATO L'UTILIZZO DELL'ACQUA POTABILE PER il lavaggio di piazzali e vialetti, per il riempimento di piscine, per uso irriguo NONCHE' PER IL LAVAGGIO DI AUTOVEICOLI ED OGNI ALTRO USO DIVERSO DA QUELLO IGIENICO-SANITARIO E DOMESTICO

 

COMUNICA

 

in applicazione del disposto dell’art. 3 della Legge 241/1990 e ss.mm.ii., che avverso il presente provvedimento è possibile ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale nel termine di gg.60 oppure, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni tutti decorrenti dalla data di notificazione o dalla piena conoscenza del presente provvedimento.

 

RENDE NOTO

 

che a norma dell’art. 6 della L. 07/08/1990, n. 241 e s.m.i., il responsabile del procedimento è il Geom. Paolo Capannelli e che l’ufficio comunale preposto all’istruttoria del provvedimento ed ove è possibile prendere visione degli atti è l'Area tecnica avente sede in Piazza Luceoli, 7 - tel. 075 9259722, al quale i destinatari della presente ordinanza potranno rivolgersi per informazioni e chiarimenti;

 

DISPONE

 

  1. che della presente Ordinanza venga data immediata ed adeguata diffusione ai cittadini residenti nel territorio comunale mediante affissione all'Albo Pretorio, pubblicazione sul sito web istituzionale del Comune e affissione in spazi pubblici del relativo avviso;

  2. agli agenti della Polizia Municipale ed alle altre Forze dell'Ordine è demandato il controllo per il rispetto della presente Ordinanza.

  3. di trasmettere per conoscenza la presente ordinanza a:

  • alla Prefettura di Perugia - Ufficio Territoriale del Governo;

  • alla Stazione dei Carabinieri di Scheggia e Pascelupo;

     

     

    IL SINDACO

    Fabio Vergari

 
Altri articoli...
Pagina 6 di 21